24 luglio 2020 - novenoved

Continuano le nidificazioni di Caretta in diverse regioni d’Italia

Difficile immaginare il numero totale di nidi che verranno censiti alla fine di questa stagione riproduttiva 2020; ad oggi infatti, l’unica certezza è che ogni giorno si aggiungono nuove deposizioni al conteggio di quella che è stata già ribattezzata come “l’estate dei record“.

Il Centro Recupero Tartarughe Marine di Manfredonia (FG) ha comunicato mercoledì di aver verificato la segnalazione ricevuta dai soci del locale Circolo Nautico, circa la presenza di una tartaruga sulla spiaggia della piccola frazione di San Menaio, nel comune di Vico del Gargano (FG). Il sopralluogo in questo borgo in pieno Parco Nazionale del Gargano ha dato inaspettatamente esito positivo ed è stato confermato così, il primo nido pugliese del 2020 deposto su di un arenile non salentino.

Poi, poco dopo la mezzanotte sempre di mercoledì, Carmelo Calà assiste alla deposizione di una tartaruga marina sulla spiaggia di Licata (AG), in Contrada Pisciotto e nonostante sia notte fonda, cerca di segnalare l’avvenimento al numero telefonico presente sulle locandine affisse sulle spiagge dal WWF. All’alba è giunto sul posto Gino Galia del “Progetto Tartarughe WWF Italia” e volontario del progetto “Life EuroTurtles“, il quale ha confermato la presenza delle uova, annunciando il primo nido licatese del 2020.

Infine, ieri pomeriggio, è stato confermato il sesto nido rinvenuto e messo in sicurezza quest’anno dai volontari del gruppo WWFVibo-Vallata dello Stilaro”. La camera d’incubazione che custodirà le uova fino a settembre, è stata trovata su una spiaggia al confine tra i comuni di Riace Marina (RC) e Stignano (RC).