15 settembre 2020 - novenoved

Dal nido vandalizzato a Siracusa schiudono solo meno della metà delle uova

La piccola spiaggia di Ognina, località costiera di Siracusa, è stata scelta come culla per le uova di ben due nidi di Caretta caretta, scoperti entrambi nella notte tra il 21 ed il 22 luglio scorso e messi in sicurezza dalla biologa marina Oleana Olga Prato, operatrice WWF e attivista del progetto “Life EuroTurtles“.

Purtroppo le camere d’incubazione delle due deposizioni sono state ambedue violate in due differenti occasioni. Nel primo caso fortunatamente con un sol uovo distrutto mentre parte delle uova del secondo nido hanno subìto un improvviso cambio termico a causa dello scavo effettuato da due ventenni.

Quest’ultimo nido è stato ispezionato oggi dalla biologa Oleana, la quale ha scoperto la presenza record di addirittura 169 uova, di cui però una trentina marce e con due neonate morte sotto la sabbia. Purtroppo soltanto 71 baby hanno abbandonato il guscio e raggiunto il mare, mentre le restanti 65 uova erano integre.

Nella speranza che queste uova non sia ancora schiuse a causa del rallentamento dell’incubazione a seguito dell’atto di vandalismo, esse sono state tutte rimesse nella camera scavata da mamma-tartaruga. Non resta che incrociare le dita…