14 luglio 2020 - novenoved

Le forze armate turche proteggono le tartarughe terrestri

Attraversare una strada trafficata rappresenta una vera sfida mortale per le tartarughe terrestri che, per natura, si muovono decisamente più lente dei veicoli.

I militari della gendarmeria turca pattugliano la strada statale D260 che collega Elâzığ a Keban, dal XV al XXV km, proprio per evitare che gli esemplari di Testudo graeca vengano investiti e, ove possibile, li spostano sull’altra parte della carreggiata.

Inoltre, in collaborazione con la società che gestisce l’autostrada, sono stati installati dei moderni segnali che invitano i conducenti a fare attenzione alle testuggini. «I cartelli sono utili sia per evitare che muoiano questi rettili, sia per evitare incidenti» ha riferito un cittadino che vede spesso le tartarughe passare di qui in estate.