3 settembre 2020 - novenoved

Mareggiata inonda e distrugge un nido non noto a Portopalo (SR)

La vita e la morte: due poli opposti, lontani ma allo stesso tempo così rigorosamente uniti tra loro!

Sono bastate appena 24 ore per trasformare in tristezza, la gioia per la schiusa a sorpresa avvenuta sulla spiaggia di Scalo Mandrie a Portopalo di Capo Passero (SR). A pochi chilometri di distanza, nello stesso comune siracusano, nel pomeriggio di ieri una mareggiata ha portato alla luce un nido non noto in precedenza.

Le onde abbattutesi sulla spiaggia di Isola delle Correnti, in contrada Guardiani, hanno scoperchiato la camera d’incubazione, trascinando alcune uova in acqua. I bagnanti presenti hanno subito tentato di contenere i danni, creando delle barriere di sabbia, mentre nel frattempo la signora Maria Rapisarda segnalava l’episodio alla biologa marina Oleana Olga Prato, operatrice WWF e attivista del progetto “Life EuroTurtles“, attraverso il numero trovato sui poster affissi in zona.

Nell’attesa del suo arrivo, le uova sono state raccolte con cautela e posizionate in un contenitore al riparo dalle onde e dal sole ma tale operazione purtroppo è risultata inutile, in quanto la biologa, giunta sul posto, non ha potuto far altro che constatare i danni irreversibili causati dall’acqua.

Ci teniamo a ringraziare comunque, per il loro impegno, tutti coloro che si sono prodigati per salvare le uova. In particolare, oltre la signora Rapisarda, anche Luisa e Paola Monaco, Rosalba Pappalardo, Patrizia Lauretta, Isabella e Maria Elena Lauretta, Carnemolla Giovanni e tutti i residenti accorsi sull’arenile.