9 maggio 2012 - novenoved

Oltre 50 tartarughe di terra sequestrate nel porto di Genova

Nella giornata di sabato 5 maggio 2012, gli uomini dell’Agenzia delle Dogane del porto di Genova ispezionando accuratamente un auto sospetta proveniente da Tunisi con una motonave, hanno rinvenuto ben 57 tartarughe di terra trasportate illegalmente.

Gli esemplari, quasi interamente appartenenti alla specie Testudo Graeca e di dimensioni ridotte (max 10cm), sono stati rinvenuti all’interno di una scatola posta nel vano al di sotto del bagagliaio, predisposto per la ruota di scorta. Disposto il sequestro dagli uomini del Corpo Forestale del N.O.C., le tartarughe hanno ricevuto le prime visite presso un centro veterinario specializzato in rettili ed esotici. Durante tale visita si è potuto constatare il forte stato di disidratazione degli esemplari e il decesso di uno di essi.

Il tunisino alla guida dell’auto è stato denunciato a piede libro per aver trasportato illegalmente animali protetti e considerati a rischio estinzione, dato che era privo di documentazione C.I.T.E.S. e di documentazione sanitaria. Ora rischia un anno di prigione e/o una multa fino a 100.000 €.

Questo ritrovamento ha messo alla luce un vero e proprio traffico illegale, che riguarda animali esotici provenienti dai paesi nord-africani. Fino ad ora la Forestale aveva fatto solo piccoli sequestri di animali comprati in Africa da turisti ignari (o “furbi”) dell’obbligatorietà di documentazione C.I.T.E.S.

Dunque, se volete evitare di incorrere in sanzioni penali ma soprattutto se volete evitare di far soffrire (o morire) queste povere bestiole, non alimentate codesto traffico illecito.
Acquistate quindi solo tartarughe con regolare documentazione prevista!!!