2 aprile 2013 - novenoved

Quasi 700 Carettochelys insculpta sequestrate in un aeroporto indonesiano

I funzionari del Soekarno-Hatta International Airport di Giacarta (Indonesia) hanno sequestrato 687 tartarughe baby in via di estinzione appartenenti alla specie “Carettochelys insculpta” destinate al mercato di contrabbando di Hong Kong.

Le tartarughe, di appena un mese di vita, erano all’interno di pacchetti registrati come “bagagli da stiva” ed erano partite dall’aeroporto di Papua (Nuova Guinea) senza alcuna documentazione. Ovviamente sui pacchi non era specificato né il destinatario, né il vero mittente.

Awen Supranata, capo dell’agenzia di conservazione di Giacarta, ha detto che se si riusciranno a trovare i responsabili di tale mal-commercio, essi possono rischiare fino a 3 anni di reclusione e una multa di 150 milioni Rp (rupie indonesiane), cioè circa 11,5 mila €. Ha poi aggiunto che non è da escludere che la destinazione finale dei pacchi fosse qualche paese dell’Europa.

Proprio a causa di questi commerci illegali, la Carettochelys insculpta è a rischio estensione ed è stata inserita nella “Convention on International Trade in Endangered Species“. La domanda per questa tartaruga e per altri animali in via d’estinzione è molto alta nei paesi asiatici a causa del tradizionale uso medicinale che porterebbero enormi benefici a loro dire.

Anche Chairul Saleh del World Wildlife Fund (WWF) è intervenuto in questo caso dicendo che il commercio illegale di animali selvatici in Indonesia è il secondo più grande fattore che sta contribuendo alla perdita di specie rare.

Indonesia sequestro tartarughe