18 luglio 2020 - novenoved

In Sicilia già raggiunti i quaranta nidi di Caretta caretta

Alla fine di settembre dell’anno scorso, il totale delle nidificazioni di Caretta caretta censite sulle coste siciliane si era fermato a trentasette, un numero decisamente alto per una singola regione italiana.

Ad oggi però, quella cifra sembrerebbe quasi bassa visto che a due settimane dall’inizio di agosto si è già a quaranta deposizioni accertate e messe in sicurezza sulle spiagge siciliane dai volontari e dai vari biologi autorizzati alla manipolazione delle uova.

Le ultime tre in ordine di tempo sono state rinvenute nella provincia di Agrigento ed in quella di Siracusa. La prima di queste nidificazioni è avvenuta alle ore 23 circa di giovedì 16, tra gli ombrelloni dello stabilimento balneare antistante il ristorante “Lustru di Luna” sul lungomare di Siculiana Marina (AG).

Poco dopo la mezzanotte scorsa invece, Miriam Celeste ha assistito in assoluto silenzio alla deposizione di una tartaruga marina sulla spiaggia di Lido di Noto (SR). Sull’arenile è giunta la biologa marina Oleana Olga Prato, operatrice WWF e attivista del progetto “Life EuroTurtles“, che con l’aiuto di Miriam e degli amici Simone Arena e Salvatore Carbone ha spostato le 51 uova in un posto più sicuro della spiaggia.

Infine stamattina è stata annunciato il ritrovamento del 40esimo nido siciliano dell’anno sulla spiaggia di Punta Grande a Realmonte (AG).