29 giugno 2020 - novenoved

Una tartaruga verde recuperata nelle acque pugliesi

Le tartarughe della specie Chelonia mydas frequentano principalmente acque tropicali e subtropicali ed il sito di nidificazione più a nord del mondo si trova tra l’isola di Rodi e la Turchia sud-occidentale.

Le acque del Mediterraneo che bagnano l’Italia non sono dunque tra le preferite della tartaruga verde ma può capitare che qualche esemplare si spinga più a nord del solito areale di frequenza, facendosi avvistare soprattutto nel Mar Adriatico.

Purtroppo però, non sempre queste visite sono piacevoli per le tartarughe e, come capitato già il mese scorso ad Oristano, possono restare vittime del bycatch. Stavolta è toccato ad un giovane esemplare recuperato e consegnato al CRTM di Manfredonia (FG) dall’equipaggio del motopesca “Bella Mara“.

Insieme a lui, anche una Caretta caretta con il carapace infestato da balani, segno di una lunga esposizione a galla al sole. Entrambe le tartarughe verranno rilasciate nuovamente in mare, appena non avranno più bisogno delle cure del centro di recupero.