26 novembre 2011 - novenoved

Migliaia di tartarughe liberate per fermare la nuova diga

Continuano le manifestazioni promosse dal “Movimento Xingu Vivo Para Sempre” contro la costruzione della nuova diga di Belo Monte in Alagoas (Brasile). Nella giornata di ieri, la movimentazione ha avuto fine nei pressi di Tabuleiro do Embaubal, zona famosa per le migliaia di nascite di tartarughe acquatiche appartenenti alla specie “Podocnemis expansa“. Trovandosi sul fiume Xingu è un importante punto di riferimento anche per la riproduzione di altre sottospecie di Podocnemis, come la unifilis e la sextuberculata.

I cittadini delle città peggiormente colpite nel caso in cui la diga venisse conclusa (Altamira, Senador José Porfirio e Vitória do Xingu), coadiuvati dal movimento su citato e dal “Movimento Negro da Transamazônica“, alla fine del corteo han liberato oltre 1200 tartarughe baby proprio nel fiume Xingu come segno significativo della protesta. Infatti con questo gesto, han voluto mettere ancora più all’attenzione della “Norte Energia” (ditta che si è aggiudicata i lavori), la strage che avverrebbe all’intero ecosistema del posto.

I movimenti e i cittadini che stanno protestando oramai da mesi, son appoggiati anche dai membri del WWF brasiliano, visto che la zona è una delle 190 aree di priorità massima protette dal WWF.