2 maggio 2019 - novenoved

Ragazzini decapitano tartaruga alla Mostra d’Oltremare

Dopo quasi due anni dall’intervento di pulizia del fondale che causò la morte di centinaia di pesci rossi, il laghetto presente all’interno della Mostra d’Oltremare di Napoli è di nuovo sotto i riflettori per un altro spiacevole episodio che riguarda i suoi abitanti.

«Ero con i miei amici a fare un picnic. C’erano varie famiglie e alcuni bambini giravano intorno al laghetto con una tartaruga in mano. Ce ne siamo accorti e abbiamo detto loro di lasciarla libera a terra».

Comincia con queste parole la triste testimonianza di Martina, la ragazza napoletana che ha segnalato alla direzione della Mostra quanto di seguito racconta: «Mentre stavamo andando via, abbiamo visto che altri ragazzini stavano giocando con la tartaruga e avevano un bastone. Il mio ragazzo è corso verso di loro per fermarli ma era troppo tardi: la tartaruga era morta ed aveva la testa mozzata».

Nonostante questo specchio d’acqua ospiti il “Bufo viridis” (comunemente chiamato “Rospo smeraldino“), specie non a rischio estinzione ma comunque protetta, il suo stato di non-pulizia è stato più volte messo in discussione. Purtroppo però, non sempre il personale riesce ad essere presente in quell’area e così, oltre alla sporcizia (cartacce, cicche, buste, ecc) abbandonata dagli incivili che finisce in acqua, l’incolumità degli animali che popolano il laghetto è sempre a rischio.