30 marzo 2020 - novenoved

Sequestrate 145 tartarughe terrestri prive di CITES destinate alla vendita

I Carabinieri del Comando di Garbagnate Milanese (MI), grazie ad un’intensa attività investigativa, hanno scoperto un allevamento illegale di tartarughe terrestri appartenenti alla specie Testudo hermanni.

Nel giardino dell’abitazione di un uomo di Uboldo (VA), i Carabinieri Forestali di Tradate (VA) e i militari del Nucleo Operativo CITES di Somma Lombardo (VA) hanno trovato ben 145 esemplari privi di documentazione e detenuti con la finalità della vendita tramite piattaforme web.

Le tartarughe sono state poste sotto sequestro presso la stessa abitazione in cui sono state rinvenute, dato che l’ambiente a loro riservato rispettava gli standard per un corretto allevamento. Sarà l’Autorità Giudiziaria a decidere in seguito, sia il loro trasferimento e sia la condanna per l’uomo.

Ricordiamo che per la vendita di specie protette prive di documentazione, la condanna prevede fino a sei anni di reclusione ed una sanzione pecuniaria fino a 200.000 euro. Per maggiori informazioni sulle sanzioni: Art. 1 – Legislatura 17ª – DL n° 2695.