18 giugno 2019 - novenoved

Turista di ritorno dalla Grecia beccato con una tartaruga in auto

Purtroppo è diventata una ricorrenza puntuale quella dei sequestri di tartarughe terrestri al porto di Bari da parte dei funzionari doganali nel periodo estivo. Anche quest’anno, prima dell’arrivo ufficiale dell’estate, c’è stato un fermo di un turista italiano di ritorno dalla Grecia.

A bordo dell’auto dell’uomo, è stata trovata una testuggine priva di documenti appartenente alla specie “Testudo hermanni“, tenuta nascosta all’interno di una scatola per scarpe. L’esemplare probabilmente è stato acquistato illegalmente per pochi euro o, peggio, è stato prelevato direttamente in natura, visto che in territorio greco non è difficile incontrare tartarughe wild.

I militari del II Gruppo Bari della Guardia di Finanza hanno sequestrato il rettile, che è stato affidato temporaneamente al Centro Recupero Tartarughe Marine del WWF Molfetta. Il turista invece, è stato denunciato a piede libero per importazione di fauna protetta priva di certificazione e per aver messo a rischio l’incolumità dell’esemplare, trasportandolo in modo inadeguato.