Chiesta la protezione per la preistorica testuggine alligatore, specie a rischio estinzione

Trova un veterinario per animali esotici nella tua provincia
19
FEB
Esotika Pet Show

19 e 20 Febbraio
Arezzo

23 novembre 2021

La “US Fish and Wildlife Service” ha annunciato di aver chiesto la protezione per la testuggine alligatore e la sua aggiunta nell’elenco delle specie in via d’estinzione.

Le Macrochelys temminckii sono le più grandi tartarughe d’acqua dolce del Nord America e, oltre per l’aspetto preistorico, sono note per le forti mascelle ed il potente morso, protagonista di diversi più o meno discutibili video virali.

«Questi esemplari sono tra le creature più feroci e selvagge della regione ma l’eccessivo sfruttamento e la distruzione dell’habitat stanno mettendo a serio rischio le loro vite» ha affermato Elise Bennett, avvocato del “Center for Biological Diversity“. «Questi giganti avranno una vera possibilità di sopravvivenza e recupero, solo con l’aiuto del’ “Endangered Species Act”».

Negli ultimi cinquant’anni il numero di esemplari in natura è calato del 95% e di questo passo potrebbero essere condannati all’estinzione in meno di trent’anni, secondo le previsioni più ottimistiche. La rapida discesa è stata provocata dall’eccessiva raccolta per il consumo di carne e per l’allevamento privato, oltre che per i danni ambientali e la predazione dei nidi da parte di alloctoni.

«La raccolta delle Macrochelys temminckii, associata ad altre attività umane e tenuto conto che esse impiegano fino a 21 anni per riprodursi, ha messo in pericolo la specie. Continueremo a lavorare con le agenzie nazionali affinchè si possa conservare questa iconica tartaruga» ha affermato Leopoldo Miranda-Castro, direttore regionale del “Fish and Wildlife Service” per le regioni del Golfo del Sud Atlantico e del bacino del Mississippi.

Si attendono novità per la seconda settimana di gennaio 2022.

 

 

Fonte: www.al.com

I NOSTRI SPONSOR