In Sicilia, tre tartarughe depongono davanti agli occhi increduli dei presenti

Trova un veterinario per animali esotici nella tua provincia
23
GEN
Milano Reptiles Meeting

Busto Arsizio (Varese)

16 luglio 2021

In confronto alla scorsa stagione di nidificazione, la regione Sicilia è l’unica che ha ad oggi un trend decisamente al di sotto delle aspettative, con addirittura nove deposizioni in meno rispetto a quelle individuate al 16 luglio del 2020.

Dopo la giornata di stasi di ieri, oggi fortunatamente sono stati messi in sicurezza tre nuovi nidi siciliani, rispettivamente il diciottesimo ed il diciannovesimo della provincia di Siracusa ed il terzo per l’Isola di Lampedusa.

In realtà una grossa Caretta caretta aveva fatto capolino sulla spiaggia di Pachino (SR) già nel pomeriggio di ieri ma è stato solo in tarda sera, davanti agli occhi increduli di Valentina Arrigoni, Mirko Orlandin e Luigi Balsamo, che la tartaruga è ritornata sull’arenile ed ha deposto le sue uova.

La segnalazione inviata alla Capitaneria di Porto di Siracusa è stata immediatamente girata alla biologa marina Oleana Olga Prato, operatrice WWF e attivista del progetto “Life EuroTurtles“, la quale ha ispezionato la camera d’incubazione ed intorno alle ore due circa di stamani ha ufficializzato il secondo nido pachinese del 2021.

Qualche ora più tardi, con il sole già in alto, due ospiti di “Casa Vacanze Nemo” hanno individuato un esemplare che ritornava in mare mentre stavano effettuavano attività fisica sulla spiaggia di Calabernardo, piccola frazione netina. Anche in questo caso è stata la biologa Prato ad intervenire ed a mettere in sicurezza il nido, che rappresenta il sesto per il comune di Noto (SR).

Dopo appena 48 ore dalla seconda deposizione dell’Isola di Lampedusa, sullo stesso arenile di Cala Pisana, intorno alla mezzanotte di ieri la signora Camilla Bignami ha avuto la fortuna di assistere al meraviglioso spettacolo della nidificazione. In religioso silenzio ha documentato il tutto, girando poi la segnalazione alla biologa marina Daniela Freggi, responsabile del Centro Recupero Tartarughe Marine dell’isola.

Dunque, il totale attuale dei nidi individuati e messi in sicurezza sulla più grande isola del Mar Mediterraneo sale così a quota ventotto, con un incremento di ben sette deposizione dal nostro ultimo aggiornamento di domenica 11 luglio alle ore 23:59.

I NOSTRI SPONSOR