21 luglio 2020 - novenoved

Centinaia di uova trovate nel settimo nido salentino di tartaruga marina

In poco più di due settimane, la spiaggia della località balneare Torre San Giovanni (LE) è stata scelta per la quarta volta da una tartaruga marina in cerca di un arenile dove deporre le proprie uova.

La ricerca del luogo adatto ha avuto inizio domenica sera, quando l’esemplare è risalito dal mare in ben due punti che però non sono risultati idonei, dato che gli esperti non hanno trovato le uova. Le tracce di queste risalite erano state rinvenute all’alba di ieri dai volontari della rete “SEATURTLE Watcher“, i quali hanno poi ben pensato che la tartaruga sarebbe ritornata nuovamente nella notte successiva.

Già nel pomeriggio di ieri, una Caretta caretta era stata avvistata da Filippo De Chicco nelle acque antistanti la spiaggia del “Victor Village” ed è proprio li che alle due di stanotte sono state trovate nuove tracce. Questa volta lo scavo effettuato da Piero Carlino, responsabile del CRTM del Museo di Storia Naturale del Salento, ha dato l’esito sperato e sono state rinvenute le uova.

Mamma-tartaruga ha però deposto in una posizione troppo a ridosso del bagnasciuga e dunque è stato necessario traslocare la camera d’incubazione in un punto più alto della spiaggia. Grazie a questa operazione, si è scoperto che la nidificazione è stata decisamente prolifica, con addirittura 134 uova deposte.