29 giugno 2020 - novenoved

Tartaruga azzannatrice di oltre mezzo metro su una strada trevigiana

Ancora una Chelydra serpentina ritrovata in Italia, stavolta però non nel centro-sud Italia ma bensì in provincia di Treviso.

La grossa tartaruga è stata notata dai pendolari che giovedì mattina percorrevano la tangenziale all’altezza di Silea (TV) ma purtroppo una delle auto non è riuscita ad evitarla e l’ha investita in pieno.

L’esemplare appartenente ad una specie alloctona ed inserita nell’elenco degli animali pericolosi (la cui detenzione è vietata) e dunque molto probabilmente è stato abbandonato nel fiume Sile da qualcuno che l’allevava illegalmente e che non riusciva più a gestirlo date le sue dimensioni.

 

 

(La foto in evidenza è di repertorio)